Scarica la brochure dell’offerta didattica

METODOLOGIA
I percorsi proposti sono ispirati ai metodi dell’educazione attiva e intendono offrire la possibilità di misurarsi con il “reale” costruendo un clima di ricerca che vede nel laboratorio e nella sperimentazione la riscoperta del piacere di apprendere. È in quest’ottica che il museo Casa Deriu di Tresnuraghes diventa luogo privilegiato per educare alla cultura, che predispone allo sviluppo delle sensibilità, alla conoscenza della propria identità e storia.
I laboratori si svolgono presso il Museo Casa Deriu di Tresnuraghes e negli altri luoghi indicati nei singoli progetti. Possono essere concordati uno o più incontri sui temi prescelti.

Dopo la prenotazione, su richiesta delle scuole, lo staff dell’area educativa del museo fornisce i progetti didattici di ciascun laboratorio.

OFFERTA DIDATTICA 2018

PROGETTO STORIA DELLA SCRITTURA

SEGNI E SUPPORTI SCRITTORI ATTRAVERSO I MILLENNI

Si tratta di sei laboratori distinti, incentrati sulla storia della scrittura, nei quali si ripercorrerà lo sviluppo del segno scritto e dell’alfabeto, dal cuneiforme agli alfabeti moderni, per mezzo di supporti e strumenti simili a quelli antichi, per ripercorrere i passi di questa grande invenzione umana che ha cambiato per sempre i rapporti tra le persone e i popoli.
Tutti i laboratori sono organizzati in una prima parte teorica nella quale, con differenti modalità di approccio e approfondimento dei contenuti a seconda dell’età degli alunni, si esamina la storia della scrittura che è, in primo luogo, lo sviluppo del linguaggio, espresso con le lettere o altri segni, la storia di come si sono evoluti i sistemi di rappresentazione del linguaggio attraverso mezzi grafici nelle diverse civiltà umane e nei diversi periodi storici sino a quello moderno.

Laboratorio 1) Agli albori della scrittura
La nascita della scrittura: il cuneiforme, le tavolette d’argilla.
Le scritture più antiche risalgono al III millennio a.C.: in Mesopotamia, grazie a fattori contingenti socio-economici nasce la scrittura cuneiforme. In questo laboratorio i bambini saranno guidati, attraverso l’utilizzo di supporti in argilla e piccoli cunei in legno, alla scrittura cuneiforme; iniziando con piccoli segni saranno messi in grado di scrivere piccole frasi e di realizzare la propria tavoletta di argilla.
Target di utenza: 1° e 2° ciclo della scuola primaria; ovviamente i laboratori saranno tarati in base al ciclo.
N° partecipanti: Max. 15 bambini, in caso di numeri maggiori i partecipanti saranno divisi in più gruppi
Durata: 1 ora e mezza circa
Costo: 5 euro a bambino

Laboratorio 2) Scriba per un giorno
Il geroglifico e la scrittura dei segni, differenza tra scrittura a immagini e alfabetica, scrittura su papiro.
Intorno al III Millennio a.C. nasce, in contemporanea con la scrittura cuneiforme i Mesopotamia, la scrittura geroglifica in Egitto. Attraverso questo laboratorio i bambini saranno instradati alla scrittura geroglifica, forniti di fogli di finto papiro e pennelli, per cimentarsi in questa particolare scrittura, realizzando il proprio cartiglio.
Target di utenza: 1° e 2° ciclo della scuola primaria; ovviamente i laboratori saranno tarati in base al ciclo.
N° partecipanti: Max. 15 bambini, in caso di numeri maggiori i partecipanti saranno divisi in più gruppi
Durata: 1 ora e mezza circa
Costo: 5 euro a bambino

3) Alle origini dell’alfabeto: I Fenici
La nascita dell’alfabeto fenicio e la sua diffusione.
Nel II Millennio a.C. nascono e si sviluppano nella regione Siro-Palestinese le scritture consonantiche, di cui la più famosa è quella fenicia, con 22 segni, affermatasi a partire dal XIII secolo a.C. I bambini saranno forniti di fogli di rame e stilo per scrivere con l’alfabeto fenicio e realizzare una tavoletta iscritta con il proprio nome o con piccole frasi, come facevano gli antichi Fenici.
Target di utenza: 1° e 2° ciclo della scuola primaria; ovviamente i laboratori saranno tarati in base al ciclo.
N° partecipanti: Max. 15 bambini, in caso di numeri maggiori i partecipanti saranno divisi in più gruppi
Durata: 1 ora e mezza circa
Costo: 5 euro a bambino

4) Un giorno da scholaro
L’alfabeto e la scrittura greca e latina.
Da un adattamento alla scrittura fenicia nasce l’alfabeto greco intorno al IX secolo a.C.
La scrittura e l’alfabeto latino nascono invece probabilmente da un adattamento all’alfabeto etrusco che è ancora di difficile decifrazione; l’alfabeto latino ha 23 fonemi misti tra vocali e consonanti e viene scritto in modi differenti a seconda che si tratti di documenti ufficiali, monumenti o documenti privati.
Nelle scholae latine i bambini imparavano a scrivere su tavolette di cera, simili a quelle che verranno utilizzate nel laboratorio per rivivere un giorno da scholaro romano.
Target di utenza: 1° e 2° ciclo della scuola primaria; ovviamente i laboratori saranno tarati in base al ciclo.
N° partecipanti: Max. 15 bambini, in caso di numeri maggiori i partecipanti saranno divisi in più gruppi
Durata: 1 ora e mezza circa
Costo: 5 euro a bambino

5) L’amanuense
La scrittura in epoca medievale con la penna d’oca, creazione di un capolettera.
Dalla grafia romana “capitale”, quella utilizzata per i documenti ufficiali, derivano le diverse grafie medievali utilizzate fino al tardo medioevo. E’ in quest’epoca che nei grandi monasteri i frati amanuensi tramandano tutto il sapere occidentale con la compilazione e la copiatura dei testi, creando per la prima volta il libro moderno. Ai bambini saranno presentati gli strumenti, in particolare la penna d’oca e i principali pigmenti utilizzati dai frati, mostrando la loro realizzazione a partire da sostanze minerali e vegetali, si potranno vedere vari tipi di manoscritti medievali e infine i ragazzi saranno guidati nell’esecuzione di una miniatura, scelta dall’alunno tra capolettera animali reali o fantastici.
Target di utenza: 1° e 2° ciclo della scuola primaria; ovviamente i laboratori saranno tarati in base al ciclo.
N° partecipanti: Max. 15 bambini, in caso di numeri maggiori i partecipanti saranno divisi in più gruppi
Durata: 1 ora e mezza circa
Costo: 5 euro a bambino

6) Scripta manent: l’arte della calligrafia
Scrittura ottocentesca e moderna, l’uso di penna e calamaio
In un passato recente si osservano molte differenze. Anche solo l’attività dello scrivere è mutata nel corso del tempo; nell’Ottocento non esistevano i metodi tecnologici, ma nemmeno le normali penne stilo che utilizziamo tutti i giorni.
I bambini potranno conoscere e toccare con mano i metodi di scrittura con pennino e calamaio, utilizzare e creare un documento che verrà sigillato con la ceralacca.
Potranno così consolidare le capacità di scrittura corsiva allenando la propria manualità e confrontare la grafia antica con quella moderna.
Target di utenza: 1° e 2° ciclo della scuola primaria; ovviamente i laboratori saranno tarati in base al ciclo.
N° partecipanti: Max. 15 bambini, in caso di numeri maggiori i partecipanti saranno divisi in più gruppi
Durata: 1 ora e mezza circa
Costo: 5 euro a bambino

PROGETTO MURALES

Attraverso questa offerta si ha la possibilità di conoscere le eccellenze della Planargia in maniera alternativa e divertente. Tinnura, il paese dei murales, verrà presentato da guide competenti che sapranno affascinare i partecipanti facendo cogliere particolari inediti. In seguito alla visita si terrà un laboratorio didattico artistico, per conoscere le tecniche della pittura in grande formato (il supporto potrà essere soggetto a variazioni a seconda delle esigenze).
Dopo la pausa pranzo si effettuerà la visità al Museo Casa Deriu di Tresnuraghes, affascinante percorso museale che accompagnerà i partecipanti nella conoscenza della società sarda dell’Ottocento, anche attraverso l’emeroteca storica, dove sono conservate decine di copie originali di periodici che abbracciano diversi temi in un arco cronologico che va dalla prima metà del XIX ai primi decenni del XX secolo.
Targhet: Ogni scuola di ordine e grado
N° partecipanti: Max. 15 bambini, in caso di numeri maggiori i partecipanti saranno divisi in più gruppi
Durata: una giornata, fine percorso orientativamente intorno alle 18:00
Costo: 15 euro a persona che comprendono: visita a Tinnura, laboratorio Murales, visita al Museo casa Deriu Tresnuraghes. Non è compreso il pasto

PROGETTO ASFODELO

Il laboratorio proposto ha come obbiettivo l’avvicinamento dei più giovani ad un’arte antica come quella della lavorazione dell’asfodelo. Un’arte secolare che, utilizzando l’attività manuale, sfruttava un materiale relativamente povero e facilmente reperibile in zona.
I partecipanti, a seguito della visita al Museo dell’asfodelo di Flussio, nel quale verrà spiegata la storia e le varie tecniche di lavorazioni, nonché le iconografie tipiche di questi manufatti, potranno sperimentare con le proprie mani una delle tradizioni artigianali più importanti della Sardegna. Attraverso questo approccio in prima persona avranno modo di consolidare il senso di appartenenza, utilizzando il manufatto come elemento di identità territoriale e culturale.
Dopo la pausa pranzo si effettuerà la visita al Museo Casa Deriu di Tresnuraghes, affascinante percorso museale che accompagnerà i partecipanti nella conoscenza della società sarda dell’Ottocento, anche attraverso l’emeroteca storica, dove sono conservate decine di copie originali di periodici che abbracciano diversi temi in un arco cronologico che va dalla prima metà del XIX ai primi decenni del XX secolo.
Targhet: Ogni scuola di ordine e grado
N° partecipanti: Max. 15 bambini, in caso di numeri maggiori i partecipanti saranno divisi in più gruppi
Durata: una giornata, fine percorso orientativamente intorno alle 18:00
Costo: Costo: 12 euro a persona che comprendono: visita al Museo dell’asfodelo, laboratorio asfodelo, visita al Museo casa Deriu Tresnuraghes. Non è compreso il pasto.

ALTRI LABORATORI

RiciclArte

Il Museo Casa Deriu Tresnuraghes conserva nelle sue sale una nutrita e rara emeroteca storica, con periodici che vanno dalla metà del 1800 alla metà del secolo successivo. Il laboratorio sulla carta è un modo per venire a contatto con il riciclo, con le sue potenzialità attraverso il gioco e la creatività. I bambini e i ragazzi imparano come si può riciclare la carta, quanto sia importante farlo e soprattutto quanto è semplice.
Il laboratorio è organizzato in una parte teorica nella quale, con differenti modalità di approccio e approfondimento dei contenuti a seconda dell’età degli alunni, si esamina l’importanza e l’impatto che il riciclo può avere sull’ambiente. Nella parte pratica in un percorso strutturato, i bambini impareranno a trasformare la carta in utili oggetti, biglietti di auguri e simpatici giochi, piegando, ritagliando e incollando fogli di giornali e cartoncini. Lla complessità degli oggetti realizzati sarà in base all’età del bambino.
Target di utenza: tutte le classi di ogni ordine e grado.
N° partecipanti: Max. 15 bambini, in caso di numeri maggiori i partecipanti saranno divisi in più gruppi
Durata: 1 ora e mezza circa
Costo: 5 euro a bambino

Il segno e l’inchiostro: laboratorio di incisione e timbri

I partecipanti vengono forniti degli strumenti necessari per realizzare il proprio timbro, attraverso la tecnica dell’incisione. Ad ognuno sarà dato un soggetto da rappresentare che riguardi il percorso museale appena effettuato e, attraverso un supporto di gesso o linoleum il partecipante potrà creare il suo timbro. Una volta realizzato il soggetto lo si potrà inchiostrare per realizzare una stampa.
L’obiettivo è quello di stimolare la creatività dei partecipanti, attraverso la manualità e il contatto con materiali poco utilizzati.
Target di utenza: tutte le scuole di ogni grado
N° partecipanti: Max. 15 bambini, in caso di numeri maggiori i partecipanti saranno divisi in più gruppi
Durata: 1 ora e mezza circa
Costo: 10 euro

Indossa il tuo disegno: dipingi la tua maglietta al Museo

Dopo la visita al museo a ciascun bambino verranno forniti gli strumenti per realizzare una maglietta a tema con il museo (tempera o pennarelli). Per i bambini più piccoli si daranno degli stancil precedentemente realizzati, da tamponare sul tessuto, mentre i più grandi saranno liberi di realizzare la loro opera di fantasia sulla maglietta che ciascuno potrà portarsi a casa come ricordo del museo e dell’attività svolta.
L’obiettivo è quello di stimolare la creatività dei partecipanti, attraverso la manualità e il contatto con materiali poco utilizzati.
Target: Scuola dell’infanzia, scuola primaria e scuola secondaria di primo grado
N° partecipanti: Max. 15 bambini, in caso di numeri maggiori i partecipanti saranno divisi in più gruppi
Durata: 1 ora circa
Costo: 10 euro

Ricomponi l’immagine:

In seguito alla visita al museo ad ogni bambino verrà assegnata una immagine legata al percorso museale, opportunamente divisa in piccole porzioni, che ciascun bambino dovrà ricomporre come un puzzle, che poi potrà portare a casa.
Target: Scuola dell’infanzia, scuola primaria
N° partecipanti: Max. 15 bambini, in caso di numeri maggiori i partecipanti saranno divisi in più gruppi
Durata: 1 ora circa
Costo: 2 euro + costo del biglietto

ATTIVITA’ DIDATTICHE

Caccia al tesoro:

partendo da alcuni ingrandimenti di particolari nascosti nella casa (foto, oggetto, stampa, libro, documento) i partecipanti, divisi per piccoli gruppi, saranno guidati alla scoperta del percorso museale. Alla fine della ricerca, una volta trovato l’oggetto il gruppo sarà guidato sull’approfondimento della conoscenza dell’oggetto stesso.
Target: Scuola dell’infanzia, scuola primaria
N° partecipanti: Max. 15 bambini, in caso di numeri maggiori i partecipanti saranno divisi in più gruppi
Durata: 1 ora circa
Costo: 3 euro + costo del biglietto

Disegna il museo:

I bambini vengono invitati a disegnare l’oggetto o la parte di allestimento che più li ha colpiti in ogni sala. L’attività si svolge in un clima di confidenza e familiarità col percorso museale; i bambini verranno invitati a sedersi a terra per vivere il museo come a casa propria.
Target di utenza: bambini della Scuola dell’Infanzia e 1° ciclo della scuola primaria
N° partecipanti: Max. 15 bambini, in caso di numeri maggiori i partecipanti saranno divisi in più gruppi
Durata: 2 ore circa
Costo: 2 euro a bambino + costo del biglietto