L’ASSOCIAZIONE NAZIONALE PICCOLI MUSEI ha istituito per il giorno di oggi 18 giugno 2017 la prima Giornata Nazionale dei Piccoli Musei. Il nostro Museo, a causa dei tempi tecnici, pur avendo fatto richiesta di iscrizione all’Associazione Nazionale, non ha potuto aderire ufficialmente, per quest’anno, alla giornata della quale condivide, tuttavia, gli intenti, gli obiettivi e le prospettive future.

“COSA POSSONO INSEGNARE I PICCOLI MUSEI AI GRANDI. I piccoli musei (PM) che sanno vedere la loro dimensione come un valore, e che hanno sperimentato come la loro dimensione possa essere anche un vantaggio in termini di flessibilità e di legame con la comunità locale, sono oggi – più del passato – capaci di fare rete e di sposare l’innovazione. (…) Ora la prima Giornata Nazionale dei Piccoli Musei sta mostrando qualcosa di nuovo e di diverso: la voglia di sperimentare nuovi modelli di rete, di mettersi assieme per fare quello che da soli si fatica a realizzare: dalla gestione e promozione di un itinerario, alla creazione di proposte di visita fuori dall’ordinario, all’organizzazione di eventi trasversali, alla gestione di marchi territoriali, alla costruzione di doni per i visitatori, al di fuori della logica dei gadget e della cultura del merchandising…Non sottovaluterei il contributo che tutto questo movimento sta dando a quelle Istituzioni culturali che rischiano di restare imbrigliate nell’accettazione acritica di modelli gestionali standard e di attività di marketing nate in altri contesti culturali e con obiettivi spesso opposti a quelli perseguiti dalle Istituzioni museali in Italia. (…)” http://www.piccolimusei.com/cosa-possono-insegnare-i-piccoli-musei-ai-grandi/